tag foto news tag foto tag foto 1 news tag foto 1 tag foto 1C tag foto 1A tag foto 1B tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6

iPhone 6, scatta il conto alla rovescia.Segreti (e prezzi) dello smartphone

Il debutto del nuovo «Melafonino» è previsto per il 9 settembre. «Contingentati» i pezzi con lo schermo in zaffiro; la versione più grande nel 2015. Costo orientativo: 950 euro

















Sono lontani i tempi in cui Steve Jobs saliva sul palco e prendeva tutti in contropiede, e con il fiato sospeso, con l’ultimo dispositivo pronto a sbarcare sul mercato. Oggi delle prossime novità tecnologiche in rampa di lancio, di Apple e non solo, si sa tutto o quasi settimane prima che vedano la luce. Melafonino compreso. La data di debutto dell’iPhone 6 in tutte le sue ipotetiche varianti, il 9 settembre, è nota da inizio agosto mentre il tam tam sulla diagonale da 5,5 pollici, oltre a quella classica da 4,7, va avanti da mesi.

Indiscrezioni su schermo e prezzo
Le ultime indiscrezioni sono relative allo schermo e al prezzo, con un rapporto di causa ed effetto. Il display dell’iPhone 6 dovrebbe essere caratterizzato dal più resistente vetro zaffiro, anche se in numero limitato. Secondo gli ultimi dati di Digitimes, coerenti con precedenti spifferi pubblicati dal Wall Street Journal , ce ne sarebbe solo per una cifra compresa fra 1,35 e 2,25 milioni di pezzi da 5,5 pollici.
Versione più grande dal 2015
Se i numeri dovessero essere reali vorrebbe dire che la versione più grande, particolarmente attesa dagli amanti della Mela tentati dalle dimensioni della concorrenza, verrà distribuita in maniera massiccia solo nel 2015. L’analista di Jp Morgan Rod Hall, interrogato da Cnet, è sostanzialmente d’accordo: sarà zaffiro, ma non da subito e soprattutto non entro fine 2014. Abbiamo quindi tempo per prepararci all’aumento di prezzo conseguente a costi di produzione più consistenti, Digitimes fa riferimento a 100 dollari per unità a fronte dei 5-10 dei display tradizionali mentre il Wsj si è tenuto su 13 dollari differenza.
Quanto inciderà sulle nostre tasche
Un’ipotesi di come queste cifre potrebbero incidere concretamente sulle nostre tasche è arrivata dal sito spagnolo Movilzona , che avrebbe messo le mani sui listini dell’operatore Telefonica: si parla di 950 euro per il fantomatico 5,5 pollici e 750 per il 4,7. Una cinquantina di euro in più rispetto al già salato cartellino dei precedenti modelli che in Italia potrebbe portare le cifre a 780 e 980 euro. Ad alzare l’asticella potrebbe essere anche la presenza di una versione da 128 GB, scovata in un documento da GeekBar.
Il sensore Nfc e i nuovi iPad
Altra novità data ormai per certa è l’arrivo del sensore Nfc che permetterà all’iPhone di interagire con altri dispositivi nel raggio di pochi centimetri e potrebbe segnare l’ingresso ufficiale di Apple nel settore dei pagamenti mobili. E ancora, fra le novità è coinvolto, e come potrebbe essere altrimenti, anche il cavo del Melafonino in arrivo. Dovrebbe trattarsi, come mostra il blogger australiano Sonny Dickson, di un cavo Lightning con connettore USB reversibile. Come l’estremità che inseriamo nell’iPhone, anche quella USB non dovrebbe quindi comportare differenze nei due versi. Da Bloomberg arrivano invece indizi sui nuovi iPad: il 9,7 pollici dovrebbe arrivare in autunno, mentre il Mini debutterà sugli scaffali dei negozi giusto in tempo per gli acquisti natalizi.

Via corriere.it

Nessun commento

Powered by Blogger.