tag foto tag foto tag foto tag foto tag foto tag foto tag foto

Tutte le novità dell'evento Apple di primavera: iPhone SE 5G, iPad Air, Mac Studio

Il catalogo dell'azienda di Cupertino si amplia con nuove versioni di prodotti esistenti e alcune novità assolute

 

Come tutti gli eventi Apple, anche questo - il primo del 2022 - ha un titolo, "Peek Performance". E infatti di prestazioni si parla parecchio. Si parte con il Ceo Tim Cook che introduce le novità di Apple TV+, la piattaforma di streaming dell’azienda. Saranno disponibili, ma solo negli Usa, nuovi contenuti, come il baseball il venerdì.

Poi si passa ai due nuovi colori per l’iPhone 13 (verde e verde alpino), quindi ecco una delle novità più attese, un iPhone SE riveduto e corretto, a due anni dalla seconda generazione. 

È l'ultimo iPhone a conservare il pulsante home con Touch Id dei vecchi modelli fino all'iPhone X. Ma ha un nuovo vetro più resistente, resistenza ad acqua e polvere secondo lo standard IP67 e connettività 5G. Cambia pure il processore, che oggi è quello dell’iPhone 13, il più potente mai montato su uno smartphone Apple. Così, anche se c'è un solo sensore fotografico da 12 MP, immagini e video migliorano grazie alla maggiore capacità di calcolo. Costa 429 dollari; in Italia sarà disponibile dal 18 marzo nei modelli da 64GB, 128GB e 256GB, nei colori mezzanotte, galassia e (PRODUCT)RED, a partire da 529 euro. Non è più in vendita l'iPhone SE del 2020, ma anche così oggi la famiglia di smartphone Apple conta 8 modelli, compreso l'iPhone 11, l'ultimo rimasto con connettività 4G.



iPad Air 5G

Apple ha presentato anche un nuovo iPad Air di quinta generazione con chip M1, connettività 5G e alcuni colori inediti. Il processore è lo stesso Apple Silicon M1degli iPad Pro attuali, e così il nuovo tablet è più veloce del suo migliore concorrente Android, secondo Apple, ma pure del più potente portatile Windows più venduto nella stessa fascia di prezzo.

La fotocamera frontale è stata aggiornata: ora è un grandangolo da a 12MP con supporto per il Center Stage. Include anche il supporto per la seconda generazione di Apple Pencil. Per il resto, il nuovo iPad Air ha lo stesso design del suo predecessore, si segnala solo qualche colore inedito: oltre a  Space Gray, Starlight, Viola, Rosa e Blu.

Il nuovo iPad Air sarà ordinabile a partire da venerdì 11 marzo in 29 nazioni e Paesi, fra cui Italia, e sarà disponibile a partire da venerdì 18 marzo, in due capacità di memoria: 64 e 256 GB. I modelli Wi-Fi partono da €699, quelli Wi-Fi + Cellular da €869.

 

 

Mac Studio

Un computer tutto nuovo, che nasce dall'idea del Mac mini, ma è destinato a un pubblico completamente diverso, come si evince già dal nome. "Una macchina dalle alte prestazioni che molti stavano aspettando", secondo Apple. Un piccolo concentrato di potenza grazie al nuovo chip M1 Ultra, che non solo aumenta il numero di nuclei del processore, ma ne monta due uno sull'altro, per così dire, in una struttura che ricorda un wafer. È la configurazione più veloce, mentre per chi non ha bisogno di tanta potenza c'è un modello con il chip M1 Max, lo stesso dei MacBook Pro 14 e 16 pollici lanciati in autunno. Per il Mac Pro con Apple Silicon ci sarà ancora da aspettare, ma intanto il Mac Studio è 3.4 volte più veloce del più veloce iMac, vanta una potenza dell'80% superiore rispetto ai migliori Mac Intel per professionisti in un formato compattissimo. Ricavato da un unico blocco in alluminio estruso, il nuovo Mac Studio ha un ingombro di 19,7 cm x 19,7 cm e un’altezza di 9,4 cm: trova posto senza problemi sotto la maggior parte dei display. Il sistema di raffreddamento con ventole su due lati, i canali dei flussi d’aria accuratamente calcolati e le oltre 4.000 perforazioni sul retro e sul fondo dello chassis permettono di dissipare il calore in modo silenzioso anche con i carichi di lavoro più pesanti.

Nella parte anteriore c'è uno slot SDXC, insieme a un paio di porte USB-C per la versione M1 Max, Thunderbolt 4 per la versione con M1 Ultra. Sul retro si trovano quattro porte Thunderbolt 4, oltre a una 10 Gigabit Ethernet, due USB-A, HDMI e un jack per cuffie. Sono inclusi anche Wi-Fi 6 e Bluetooth 5.0. Finalmente un'infinità di porte per collegare tutto il possibile: periferiche, hard disk, monitor e molto altro. 


Studio Display

Ma l'accessorio più incredibile è il nuovo Studio Display 5K, 27 pollici, con 4 woofer e 2 tweeter per un eccellente audio e una serie di microfoni con cancellazione del rumore. Un processore A13 controlla la telecamera anteriore, anche questa da 12 MP con ultra-grandangolo e Inquadratura automatica. Ci sono pure 3 porte USB-C che consentono trasferimenti fino a 10 Gb/s per collegare direttamente al display periferiche, unità di archiviazione e dispositivi di rete ad alta velocità. Una porta Thunderbolt permette di connettere al Mac sia Studio Display sia le altre periferiche collegate tramite un unico cavo, che è anche in grado di fornire 96W di alimentazione a un MacBook.

Il prezzo di partenza è perfino conveniente, considerato quello che offre, ma attenzione: molte opzioni sono costosi extra. 

Mac Studio è in vendita a partire da €2.349, Studio Display da €1.799. Prenotabili oggi, arrivano il 18 marzo, che sarà ricordata come una data nefasta per molte carte di credito.

 


 

 Via lastampa.it

 

Nessun commento

Powered by Blogger.