tag foto 1 tag foto 1A tag foto 1B tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7 tag foto 8

Apple, verso la WWDC 2019: il futuro di iPhone, iPad, Watch e Mac

Il 3 giugno Repubblica seguirà il keynote di apertura della Worldwide developer conference della Mela, l'appuntamento annuale con le novità per i sistemi operativi. Con qualche possibile sorpresa

Apple, verso la WWDC 2019: il futuro di iPhone, iPad, Watch e Mac


E' IL PRIMO lunedì di giugno il giorno scelto da Apple per dare il via all'appuntamento annuale con la WWDC, la conferenza mondiale riservata gli sviluppatori e alla presentazione delle nuove versioni dei sistemi operativi. I big della Mela saliranno sul palco per il keynote di presentazione, che Repubblica seguirà da San Jose, California. E qui Tim Cook, Craig Federighi, Phil Schiller  gli altri sveleranno le novità per iOS, WatchOS, MacOS e TvOS, ovvero le quattro piattaforme dell'azienda, quelle che fanno funzionare iPhone, iPad, l'Apple Watch, i Mac e l'Apple Tv. E che necessariamente devono aggiornarsi per accogliere le future generazioni di questi dispositivi, e migliorare il funzionamento delle attuali.

Tendenzialmente alla WWDC l'azienda della Mela non presenta nuovi prodotti hardware ma negli ultimi anni ci sono state delle eccezioni. E anche quest'anno accanto a iOS 13 e i tutti i nuovi sistemi operativi, dovrebbero esserci almeno un paio di sorprese di questo tipo, molto probabilmente un'anteprima (la "sneak peek" in gergo) del futuro Mac Pro modulare, una macchina di concezione nuova dedicata ai professionisti, e un monitor professionale brandizzato Apple che nasce per accompagnarla.



E' IL PRIMO lunedì di giugno il giorno scelto da Apple per dare il via all'appuntamento annuale con la WWDC, la conferenza mondiale riservata gli sviluppatori e alla presentazione delle nuove versioni dei sistemi operativi. I big della Mela saliranno sul palco per il keynote di presentazione, che Repubblica seguirà da San Jose, California. E qui Tim Cook, Craig Federighi, Phil Schiller  gli altri sveleranno le novità per iOS, WatchOS, MacOS e TvOS, ovvero le quattro piattaforme dell'azienda, quelle che fanno funzionare iPhone, iPad, l'Apple Watch, i Mac e l'Apple Tv. E che necessariamente devono aggiornarsi per accogliere le future generazioni di questi dispositivi, e migliorare il funzionamento delle attuali.

Tendenzialmente alla WWDC l'azienda della Mela non presenta nuovi prodotti hardware ma negli ultimi anni ci sono state delle eccezioni. E anche quest'anno accanto a iOS 13 e i tutti i nuovi sistemi operativi, dovrebbero esserci almeno un paio di sorprese di questo tipo, molto probabilmente un'anteprima (la "sneak peek" in gergo) del futuro Mac Pro modulare, una macchina di concezione nuova dedicata ai professionisti, e un monitor professionale brandizzato Apple che nasce per accompagnarla.


Via repubblica.it  

Nessun commento

Powered by Blogger.