Apple, tutte le novità dai Mac a Siri, alla realtà aumentata ~ THE APPLE FOR YOU

lunedì 5 giugno 2017

Apple, tutte le novità dai Mac a Siri, alla realtà aumentata

Aperta la conferenza degli sviluppatori Apple a San José in California

 


Sulla Apple Tv sale a bordo Amazon. Lo ha annunciato il Ceo di Apple, Tim Cook, aprendo la conferenza annuale degli sviluppatori al McEnery Convention Center di San Jose, in California. Apple ha 16 milioni di sviluppatori registrati, di cui 3 milioni aggiunti nell'ultimo anno, ha detto Cook. La più giovane è australiana, ha 10 anni e ha pubblicato 5 app sull'App Store, la più anziana ha 82 anni ed è giapponese.

In sala sono presenti 5.300 sviluppatori da 75 nazioni. Tra questi c'è una quota record dall'Italia: 29 giovani vincitori della borsa di studio messa in palio dalla compagnia californiana, una buona parte arriva dalla Developer Academy di Napoli.

Tim Cook ha preannunciato sei novità. Dopo Amazon Prime su Apple Tv, la seconda riguarda WatchOs4, l'aggiornamento del sistema operativo di Apple Watch, che punta sull'attività fisica - tra le news, potrà dialogare con le macchine per il fitness in palestra – e sulla musica, in abbinamento agli auricolari EarPods. Altre novità sono la navigazione e la registrazione audio in background. Tutte saranno disponibili in autunno.
La terza novità è il nuovo sistema operativo per computer Mac, MacOs High Sierra, su cui il browser Safari “è il browser desktop più veloce di tutti”, assicura Craig Federighi, vicepresidente di Apple. Oltre alla velocità di navigazione, Safari punta a garantire la privacy con l'Intelligent tracking prevention, che usa l'apprendimento automatico, cioè il machine learning, per bloccare chi traccia la navigazione dell'utente in rete. Safari bloccherà anche i video in autoplay, cioè quelli che iniziano a riprodursi senza un comando da parte dell'utente. Cambiano anche la posta di Mail, che occupa il 35% di spazio in meno sul disco, e Foto, che riconosce meglio i volti.

La quarta novità riguarda iOS, il sistema operativo di iPhone e iPad, che arriva alla versione 11. Apple Pay, il sistema di pagamenti senza fili utilizzabile in negozi fisici e virtuali, potrà essere usato anche per il trasferimento di denaro da utente a utente, attraverso un messaggio.

iOS 11 porta novità per gli sviluppatori sul fronte della realtà aumentata. Apple ha infatti presentato l'ARkit, il kit si sviluppo software, che sfrutta la fotocamera dell'iPhone e dell'iPad insieme al sensore di movimento. Con centinaia di milioni di iPhone e iPad in circolazione, ha detto la casa di Cupertino, “siamo pronti per essere la più grande piattaforma al mondo di realtà aumentata”.

Migliora anche Siri, l'assistente virtuale usato su 375 milioni di dispositivi e presente in 21 lingue in 37 paesi. Arrivano infatti le traduzioni dall'inglese a cinese, francese, tedesco, italiano e spagnolo.

Apple si prepara poi per la realtà virtuale, con lo Steam VR SDK, Unity e Unreal he arrivano sul Mac.
Alla conferenza Apple ha quindi svelato nuovi iMac, i computer desktop della Mela, che vengono potenziati a livello hardware, con la memoria che arriva a 32 GB sul modello da 21,5 pollici e a 64 GB sul modello da 27 pollici. La Ssd, del 50% più veloce, arriva 2 terabyte. I prezzi partono da 1.099 dollari per il modello da 21,5 pollici, presente anche in versione con display retina 4K da 1.499 dollari, e da 1.799 dollari per l'iMac retina 5K da 27 pollici.

Apple ha anche aggiornato la linea dei MacBook, i portatili, anch'essi con Ssd del "50% più veloci" e processore Kabi Lake. Il MacBook da 12 pollici e il Pro da 13 pollici partono entrambi da 1.299 dollari. Il MacBook Pro da 13 pollici con TouchBar ha un listino da 1.799 dollari, che salgono a 2.399 dollari per il modello da 15 pollici. Un aggiornamento interessa anche il MacBook Air, che quindi non esce dalla produzione.
Bisognerà aspettare la fine dell'anno per vedere quello che Apple ha preannunciato come “il Mac più potente di sempre”, l'iMac Pro, con processori fino a 18-core, prestazioni della GPU a 22 teraflops, archiviazione veloce e tecnologia I/O evoluta. Il Mac Pro di prossima generazione, interamente riprogettato, è pensato per i clienti professionali che hanno bisogno di un sistema di altissimo livello che garantisca un throughput elevato in un design modulare, e con un display professionale high-end. Nella configurazione di base verrà venduto a 4.99 dollari, a partire da dicembre.

La quinta novità annunciata alla conferenza sviluppatori riguarda l'iPad. Apple ha infatti svelato un nuovo iPad Pro, con dimensioni simili al modello da 9,7 pollici ma con schermo del 20% più largo, da 10,5 pollici. Si abbina a una tastiera smart “full size” che supporta 30 lingue, cinese incluso. Con iOS 11, consentirà di guardare video in risoluzione HDR.

Via ansa.it

0 commenti:

Posta un commento

Share

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More