venerdì 24 febbraio 2012

Apple distribuisce dividendi stellari iPad in Cina fino alla fine del mese

L'assemblea degli azionisti della mela pronta a ricevere cifre importanti dal patrimonio liquido della società, che è la più liquida attualmente in Usa. Acquisito Chomp, una startup che ottimizzerà l'indicizzazione su App store. E mentre la causa con Proview arriva in California, i tablet restano nei negozi di Pechino















APPLE ha "più soldi di quanti gliene servano". Queste le parole dell'amministratore delegato della mela bianca, mentre l'azienda valuta la distribuzione di dividendi dalle cifre importanti agli azionisti, in maggioranza orientati su questa proposta. E proprio in occasione dell'assemblea societaria, davanti al quartier generale della company più liquida d'America, si raduna la protesta "per un iPhone etico 1". Che prosegue anche dopo l'avvio dei controlli nelle fabbriche cinesi dei dispositivi Apple sotto l'egida della Fair Labor Association, e dai primi risultati definiti "incoraggianti" dai rilevatori.

Rimane aperta la questione degli investimenti. Apple letteralmente siede su una montagna di denaro contante, al momento intonsa. L'azienda ha appena acquistato Chomp, una startup focalizzata sulle App con cui probabilmente lavorerà a un migliore sistema di ricerca e indicizzazione delle App nell'App Store. Ma si tratta di briciole. E intanto però la battaglia legale contro Proview in Cina, che ha citato Cupertino sul nome dell'iPad, arriva in California. Proview ha denunciato Apple nel tribunale di Santa Clara, dopo la causa milionaria avviata in oriente.

iPad in Cina. La Apple potrà continuare a vendere i suoi iPad a Shanghai, almeno fino alla fine del mese. Il tribunale della metropoli, chiamato in causa da Proview, un'azienda cinese che sostiene di essere proprietaria del marchio 3, ha deciso di rinviare ogni decisione, in attesa dell'esito di un altro processo, che si celebrerà il 29 febbraio.

Proview aveva chiesto al tribunale di bloccare le vendite del tablet dell'azienda di Cupertino, estremamente popolare in Cina. La Apple ha comprato nel 2009 i diritti sul marchio iPad dalla Proview di Taiwan. La filiale cinese dell'azienda afferma che quest'ultima non aveva il diritto di vendere anche i diritti per la Cina continentale. Un tribunale di Shenzhen, nel sud della Cina, dove ha la sua sede la filiale cinese della Proview, le aveva dato ragione. La Apple ha chiesto il giudizio d'appello e il suo ricorso verrà esaminato dalla magistratura il 29 febbraio.

Via repubblica.it

0 commenti:

Posta un commento

Share

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More